“Fiesta”, Ernest Hemingway

Non potrò mai dimenticare le grandi emozioni provate nel leggere "Fiesta" di Ernest Hemingway, il romanzo d'esordio del celebre scrittore americano rilasciato a metà degli anni Venti. Se la memoria non m'inganna dovrebbe essere stato il 2017. Certamente era d'estate, la stagione in cui riesco a dedicare maggiore tempo alla lettura perché, oltre al periodo di ferie, si attenua la mole di lavoro al punto tale da non essere più obbligato a fare chiamate o a inviare mail dopo essere ...

“Faccio la mia cosa”, nell’autobiografia di Frankie hi-nrg mc aneddoti e lezioni di hip hop

Ho letto con immenso piacere "Faccio la mia cosa", la prima autobiografia di Frankie hi-nrg mc uscita a fine aprile. Se già in partenza ero certo della validità del progetto in questione, a forza di sfogliarlo mi sono immerso con sempre maggiore partecipazione nel racconto sviluppato con estrema chiarezza dal rapper italiano che tanto stimo. L'aspetto più interessante del testo è che il buon Frankie non si limita a parlare di sé: le tappe principali del proprio vissuto vanno di ...

“Faccia da jazz”, per ragazzi e non solo

Avvicinarsi ai trent'anni, diventare grandi ha, per assurdo, qualche vantaggio. Quale? Notare che amici di vecchia data cominciano a fare strada, o almeno a togliersi delle soddisfazioni. Un po' di mesi fa è stato pubblicato per conto dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia "Faccia da jazz", un romanzo di formazione niente male (chi abita a Roma può trovarlo sugli scaffali della libreria Notebook in viale Pietro De Coubertin, altrimenti c'è il web). L'autore è Gualtiero Titta, scrittore, sceneggiatore e compositore di ...

“Brivido caldo”, esempio perfetto di thriller ben costruito

Nel primo anno di specialistica alla Sapienza frequentai un corso di sceneggiatura (era il 2012). Tra i testi da consultare per l'esame c'era anche quello di Francis Vanoye intitolato "La sceneggiatura. Forme, dispositivi, modelli". Apprezzai molto il volume, se non altro per la chiarezza espositiva. Nei vari capitoli del libro Vanoye faceva più volte riferimento a "Brivido caldo" ("Body Heat"), opera firmata da Lawrence Kasdan e uscita al cinema nel 1981. Fino a quel momento non avevo mai sentito parlare ...

Cormac McCarthy, penna unica e letale

Sentii parlare per la prima volta di Cormac McCarthy non più di quattro anni fa. In tv c'era un'intervista a Francesco De Gregori. Lo intervistava Vincenzo Mollica. Era una chiacchierata lunga e interessante, praticamente una chat in diretta con gli spettatori. Parlando di fonti d'ispirazione e di letteratura, De Gregori fece il nome dello scrittore americano. Ammetteva di essere molto affascinato dalla sua scrittura cruda ed evocativa. In quel preciso momento mi ripromisi che pian piano avrei approfondito. Come detto, al ...

“Il Confine Di Bonetti” e il Floris scrittore che non ti aspetti

Premetto che non sono un grande lettore, non sono un divoratore di libri: adoro il mondo della letteratura, ma durante l'anno riesco a leggere pochissimi romanzi per via di una vita sempre abbastanza frenetica. In più non conosco affatto il Giovanni Floris scrittore, personaggio che finora ho sempre seguito solo nel contesto televisivo con parecchia ammirazione. Detto questo, per Natale la mia collega ed amica Elisabetta Mazzeo mi ha regalato "Il Confine Di Bonetti", il primo romanzo di Floris uscito ...