Informazioni di servizio…

Tra un articolo e l’altro, mi sono scordato di riportare qui le novità principali che riguardano questa nuova stagione televisiva vissuta ancora una volta nel team di Retesole, dove posso dire di aver messo le radici (a giugno saranno nove anni di servizio, non pochi). Sostanzialmente è cambiato poco rispetto all’annata precedente, poiché a ottobre ho ripreso a condurre sia “L’intervista speciale” sia “L’agenda della salute”.
“L’intervista speciale” è un format generalista della durata di mezz’ora: ogni mercoledì ospito personaggi legati ai settori più disparati, come la politica, lo sport, il sociale o la cultura. “L’agenda della salute”, invece, è una trasmissione interamente dedicata alla sanità, con interviste di circa trenta minuti a medici operativi a Roma contattati per parlare più nel dettaglio delle numerose patologie riconosciute e studiate dalla medicina. Dopo essere stato lanciato nel 2018, il programma è ripartito nel gennaio scorso, perciò quella di quest’anno è la terza stagione.
Oltre a questi due programmi, che dovrebbero terminare come da prassi a fine giugno, da qualche mese sto curando anche la realizzazione di un terzo format in onda sempre su Retesole e realizzato in collaborazione con Domina, l’Associazione nazionale Famiglie Datori di Lavoro domestico. Il programma in questione s’intitola “Regione che vai, lavoro domestico che trovi” e viene trasmesso due volte al mese di domenica, alle 18.40. La durata è di circa venti minuti, e in ogni puntata si accendono i riflettori proprio sul lavoro domestico in una regione italiana attraverso collegamenti con gli assessori di riferimento: entro la prossima estate dovrebbero essere mandate in onda le venti puntate complessive.
È un programma molto tecnico e complicato da gestire, se non altro perché mai, prima d’ora, mi era capitato di trattare tematiche simili. In questi mesi credo di essere comunque riuscito a trovare una quadra, individuando il giusto metodo di lavoro per impostare le singole puntate. Per il resto continuo a dedicarmi al Tg Umbria, in onda sette giorni su sette con tre edizioni giornaliere, e a “Zoom”, il notiziario trasmesso soltanto nel Lazio con all’interno contributi legati soprattutto a eventi e iniziative organizzati a Roma.
Insomma, una stagione piuttosto piena. Spero che il tanto impegno messo in campo quotidianamente possa dare i suoi frutti. Nel frattempo è in fase di revisione il mio secondo romanzo, che dovrebbe essere pubblicato entro aprile sempre da Echos Edizioni. Più in là fornirò maggiori dettagli a proposito del lavoro, scritto nella primavera del 2021.
A breve dovrebbe pure andare in scena l’adattamento teatrale del libro “Brividi d’estate”, curato dall’amico fraterno Edoardo Ciufoletti. Forse febbraio potrebbe essere il mese buono. Staremo a vedere.

Alessandro

No Comments Yet.

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *