(You Want To) Make a Memory (Bon Jovi)

24 settembre 2022 0 , , , , 0

(You Want To) Make a Memory è uno dei brani dei Bon Jovi a cui resto più legato. Ci terrei subito a dire che non si tratta della più bella canzone che la band americana abbia mai scritto. Assolutamente no: appartiene a una fase successiva al periodo di certo maggiormente ispirato e graffiante del celebre gruppo, quello che va dalla metà degli anni Ottanta all’inizio dei Novanta.
Si tratta di un brano piuttosto recente poiché pubblicato nel 2007, quando una scrittura interessante e un sound robusto si erano gradualmente dissolti. Il disco che contiene il pezzo, scelto tra l’altro come singolo apripista, è “Lost Highway”, lavoro piuttosto easy listening, in bilico tra pop rock radiofonico e country fin troppo pulito.
Nonostante questo, nonostante una produzione “furba” e orientata verso un pubblico eterogeneo e ampio, (You Want To) Make a Memory riuscì, all’epoca, a colpirmi e ad emozionarmi al primissimo ascolto. E, lo ammetto, ci riesce tranquillamente anche oggi. Sarà perché, come direbbe il buon Pier Cortese, in fondo sono un “canzonaro”, un romanticone amante delle tracce strappalacrime, pure a un passo dal retorico. Ma al di là di ciò, credo sia oggettivamente un brano intenso e profondo, una ballad ben confezionata, con un arrangiamento capace di far incontrare l’acustico con il rock e, seppur in maniera non così marcata, il sinfonico.
Questo brano cominciò a viaggiare nell’etere nella tarda primavera di ben quindici anni fa, giusto qualche settimana prima della pubblicazione del già citato “Lost Highway”, che vide la luce a giugno inoltrato. Leggo ora che negli Stati Uniti la diffusione di (You Want To) Make a Memory avvenne nel mese di marzo, mentre qui da noi ci fu da aspettare un po’ e ciò, credo, dipese da pure scelte promozionali.
Ho questo ricordo, molto nitido, relativo al primo impatto con il brano, che avvenne tramite la televisione. Già, perché come mi accadeva spesso in quegli anni, anche (You Want To) Make a Memory mi “arrivò” tramite il suo videoclip, forse un po’ banale anche se molto aderente alla canzone. Erano gli ultimi giorni del quinto superiore, e mi preparavo, con una buona dose di timore, alla maturità.
Il pezzo, dunque, mi piacque subito, tanto da ricercarlo quasi con ossessione quando trovavo il tempo per accendere lo schermo e sintonizzarmi su Mtv e All Music,i due principali canali televisivi dedicati alla musica esistenti in quel periodo. Insieme a un’altra decina di singoli, costituì la mia colonna sonora di quell’estate abbastanza strana, scandita da gioie ma anche delusioni: se il conseguimento del diploma rappresentò un traguardo importante, la fine improvvisa di una relazione comunque complicata in partenza con la mia fidanzatina dell’epoca, che si chiamava Silvia e che era molto più piccola di me, mi mandò un po’ fuori strada.
Il nostro era un legame abbastanza in bilico, perché fin dall’inizio ebbi parecchi dubbi rispetto alla possibilità di costruire qualcosa di concreto insieme. Lei mi corteggiò in maniera costante, forse perché attratta da un ragazzo biondo, con gli occhi azzurri, maturando e, quindi, più grande di lei. Dopo una partenza a rilento, tra luglio e agosto la storia prese tuttavia quota, soprattutto perché scelsi di darle fiducia e di mettere da parte le mie perplessità. Poi, da un momento all’altro, probabilmente perché non entusiasta del mio atteggiamento sempre un po’ “spento” e passivo, a settembre decise di troncare.
Onestamente, seppur prima disinteressato e poi coinvolto, venni spiazzato da quella sua mossa. Di certo me la andai a cercare e, nelle settimane successive alla rottura, accusai parecchio il colpo. Nei momenti di vuoto e di sconforto, (You Want To) Make a Memory fu una canzone che sottolineò certe fragilità, credo per la sua capacità sbalorditiva di rappresentare il mio momentaneo sbandamento. Secondo me, a prescindere dai gusti di ognuno, resta uno splendido brano.

Alessandro

No Comments Yet.

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *