Le vacanze estive…

Devo ammettere di aver trascorso delle vacanze splendide. Senza andare chissà dove, sia chiaro. Eppure ricorderò bene l’estate del 2019. Innanzitutto perché, dopo ben undici anni, ho avuto il piacere di tornare a Pescara, città a cui sono fortemente legato per avervi passato praticamente tre mesi all’anno per ben quattro lustri.
La permanenza è stata breve, appena quattro giorni. In ogni caso c’è stata per me la possibilità di trascorrere del tempo con gli amici di sempre, quelli con cui sono cresciuto e per i quali permane una stima, una riconoscenza infinita.
Quattro giorni li ho trascorsi anche nelle Marche, altra meravigliosa Regione al pari dell’Abruzzo e da me finora poco esplorata (ricordo solo una tappa a Fabriano, oltre alla visita delle Grotte di Frasassi, in un camposcuola fatto in quinta elementare e poi qualche toccata e fuga con gli amici pescara a San Benedetto del Tronto).
Stavolta, su consiglio di Francesca, la mia ragazza, ho soggiornato nella bellissima Numana, ammirando pure la vicina Sirolo e, soprattutto, Fano. In quest’ultima località, dove siamo stati di fatto solo un giorno, abbiamo anche visto dal vivo il bravissimo gaLoni, live in trio alla Darsena Borghese per presentare al pubblico marchigiano l’ultimo album “Incontinenti alla deriva”.
Riguardo Numana, ogni elogio mi sembra superfluo. Di certo ricordo a fatica di aver visto spiagge e fondali tanto belli. Un posto favoloso, poco gettonato dagli italiani, che consiglio a tutti di visitare. Magari poterci rimanere un po’ di più per godere del meraviglioso contesto in cui è immersa. Spero vivamente di tornarci. Poi per l’Adriatico provo un’attrazione unica. Credo sia normale.

Alessandro

No Comments Yet.

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *