• Glen Hansard e la canzone di qualità

    Settembre non è un mese facile. Almeno non per me, così innamorato dell'estate, del caldo, del sole, delle giornate lunghe e delle spiagge affollate. Fortunatamente la musica mi permette di ritrovare il giusto entusiasmo, quell'energia mentale necessaria per riprendere confidenza con la routine. Sono alcuni giorni che ascolto con frequenza Glen Hansard, artista conosciuto neanche troppi anni fa. Di lui e dei suoi svariati progetti ho sempre sentito parlare, ma ho cominciato ad approfondire soltanto nel 2012, quando fu rilasciato ...

  • Bonnie “Prince” Billy, autentica leggenda

    Ascolto davvero tanti songwriter americani. Tra quelli in attività, mi dimentico spesso di Will Oldham, aka Bonnie "Prince" Billy. Indubbiamente questo grande artista non gode del blasone di altri colleghi anche più giovani. Ciò non toglie che si tratti di un signor compositore, di un professionista vero e proprio. Dall'inizio della carriera ad oggi, Bonnie "Prince" Billy ha messo in fila una serie incredibile di dischi favolosi. Prima come Palace Brothers, poi come Oldham, quindi come Billy: progetti e nomi ...

  • Ray LaMontagne, un songwriter di razza

    Ray LaMontagne è un personaggio con cui s'inizia a fare i conti ben presto, a maggior ragione quando s'intraprende la carriera di giornalista musicale e si consultano le testate specializzate più autorevoli. Se sfogli le pagine di una rivista in un periodo in cui c'è un suo disco fuori da poco, una recensione o un'intervista la trovi sicuro. D'altronde la bravura c'è, il seguito non manca e gli anni di carriera cominciano ad essere parecchi. In più la critica lo ...

  • Cormac McCarthy, penna unica e letale

    Sentii parlare per la prima volta di Cormac McCarthy non più di quattro anni fa. In tv c'era un'intervista a Francesco De Gregori. Lo intervistava Vincenzo Mollica. Era una chiacchierata lunga e interessante, praticamente una chat in diretta con gli spettatori. Parlando di fonti d'ispirazione e di letteratura, De Gregori fece il nome dello scrittore americano. Ammetteva di essere molto affascinato dalla sua scrittura cruda ed evocativa. In quel preciso momento mi ripromisi che pian piano avrei approfondito. Come detto, al ...

  • José González, classe e sensibilità

    L'adorazione esagerata per la figura del cantautore malinconico, quello che tira fuori continuamente ballate struggenti e acustiche, porta con naturalezza a fare ricerche su ricerche, nella speranza di trovarne sempre uno ancor più bravo di quelli già seguiti. Ne sento un'infinità di songwriter, da quelli più sperimentali e alternativi a quelli maggiormente classici, almeno negli arrangiamenti. Come moltissime altre persone, ho poi un debole per quelli abituati a produrre dischi di matrice folk, dove le chitarre e gli arpeggi sono ...

  • Su Garcia

    Sono molto dispiaciuto per l'esonero di Garcia. Mi rammarica il fatto che la sua esperienza sulla panchina della Roma finisca qui. Tuttavia capisco che non c'erano neanche più i presupposti per andare avanti. Quando i risultati non arrivano, i giocatori non ti seguono più e la società non ti sostiene non ha davvero senso proseguire. Lui ha cercato di professare grinta e sicurezza fino all'ultimo, ma non è servito. Va via una persona che ha provato riportare la Roma in ...