• La scomparsa di Ernesto Assante, dolore e incredulità

    Come credo tante persone in questo Paese, soprattutto colleghi della stampa e appassionati di musica e di giornalismo musicale, sono stato profondamente segnato e scioccato dall'improvvisa scomparsa di Ernesto Assante, critico assai preparato, tra i più autorevoli nel settore, venuto a mancare nel febbraio scorso. Il suo addio ha lasciato un vuoto incredibile e spaventoso, perché prima ancora del suo talento si è smarrita l'anima di una persona brillante e positiva, generosa e cordiale, educata. Bisogna prendere atto del fatto che ...

  • Un pensiero per Stefano

    Sono giornate pesanti, non posso nasconderlo. Quando se ne va una persona cara, intorno resta soltanto un grosso vuoto ed è quindi difficile farsi forza e andare avanti. Pochi giorni fa è venuto a mancare Stefano Caporilli, un fotografo fenomenale ma, prima di tutto, un ragazzo adorabile. Se l'è portato via un brutto male, con cui faceva i conti da anni. In realtà, negli ultimi mesi le sue condizioni di salute sembravano essere migliorate. Almeno così mi era apparso, vedendolo due volte ...

  • Carletto mio, Carletto nostro

    Un'estate tutto sommato tranquilla e rilassante, almeno per il sottoscritto, è stata segnata da una notizia pesantissima, devastante, ovvero la scomparsa dell'immenso Carlo Mazzone, personaggio unico nel mondo del calcio di tutti i tempi. È stato grande ed esagerato il dolore, perché seppur molto anziano, questa icona assoluta dello sport italiano ha lasciato un vuoto incolmabile: sarebbe stato bello averlo con noi ancora per tanti altri anni, sentire le sue impressioni su un calcio sempre più privo di poesia e ...

  • Il nostro caro Lucio (perché gli devo tutto)

    Mi metto a scrivere di un gigante del calibro di Lucio Battisti a quasi nove anni dalla nascita di questo blog, non tanto per il fatto che in questo 2023 avrebbe compiuto ottant’anni tondi tondi: un qualcosa di abbastanza paradossale e insolito, considerando quanto abbia rappresentato per me a livello musicale. Più volte, in questi anni, mi sono ripromesso di ricordarlo in qualche modo senza tuttavia riuscirci. Una spiegazione può essere che, dopo l'ascolto assiduo in tenera età della sua ...

  • Pacifico, una penna incredibile

    La mia ammirazione per Gino De Crescenzo, alias Pacifico, è semplicemente esagerata. Da circa vent'anni sento continuamente le sue canzoni, emozionandomi di fronte a certa classe e sensibilità. Non posso negarlo: per me è un idolo, una guida, un maestro, un punto di riferimento. La sua scrittura così versatile e intensa, poetica e dolce, è sublime. E se ne sono accorti tanti altri suoi colleghi italiani, nel tempo pronti a chiedergli un aiuto, una mano per completare brani da perfezionare ...

  • Massimo Troisi, leggenda

    La mancanza su questa terra di Massimo Troisi è semplicemente indescrivibile. Da quasi trent'anni non è più tra noi un talento unico del cinema e del teatro italiano, regista raffinato e attore eccellente, con dei tempi comici favolosi. Una perdita grave, un personaggio insostituibile, senza esagerare nel giudizio. Nonostante dei problemi di salute chiari ed evidenti sin dalla giovane età, il grande Massimo è riuscito in circa vent'anni a imporsi come un punto di riferimento nel mondo della cultura nostrana. ...