“La musica non esiste”, poesia e profondità nel nuovo disco di Alessio Bonomo

Fatico sempre di più a stare sul pezzo a livello musicale. I continui impegni di lavoro mi impediscono infatti di ascoltare l’ingente quantità di album che, di settimana in settimana, vengono pubblicati in Italia e all’estero. Fortunatamente, qualche volta ho comunque la fortuna di ritrovarmi tra le mani degli album eccellenti, sensazionali. Penso a “La musica non esiste”, il nuovo lp di Alessio Bonomo composto da canzoni inedite.
La mitica Chiara Giorgi, sua addetta stampa, mi ha contattato ad inizio gennaio per segnalarmi l’uscita imminente di questo disco, ideale seguito del precedente “Tra i confini di un’era”: in poco tempo abbiamo organizzato un’intervista negli studi di Retesole al fine di presentare il lavoro, pubblicato poi il 26 dello stesso mese. Alessio è quindi passato in redazione per registrare una breve chiacchierata. Che dire, per me è stato un enorme piacere trovarmi a parlare con una persona dolce, matura, sincera, vera.
“La musica non esiste” è un album magnifico, dico sul serio. Le canzoni risultano ispirate in termini di musica e parole, mentre i sontuosi arrangiamenti riescono a sottolineare tutta l’intensità, la delicatezza che le pervade. Bisogna dire che il lavoro effettuato da Fausto Mesolella, produttore artistico del cd e morto quando il disco era praticamente in dirittura d’arrivo, è stato impeccabile. Alessio non poteva trovare collaboratore migliore per dare la giusta impronta ai pezzi provinati e destinati a finire in scaletta. Peccato che Fausto non sia più qui. Sarebbe stato bello farsi raccontare anche da lui la genesi di un album delizioso.
Oggi ci restano questi dodici componimenti da brividi, esempio perfetto di grande cantautorato non troppo distante dalla buona musica leggera italiana. Mi sento di consigliare vivamente l’acquisto di un album come “La musica non esiste”. Il fatto che ancora oggi vengano pubblicati lavori del genere è un vero e proprio miracolo.
A presto.

Alessandro

No Comments Yet.

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *